ASCENSEUR POUR L'ECHAFFAUD, CAPOLAVORO ASSOLUTO
 
 
Dischi
 
Menu' Dischi
 
 

PICCOLE, RARE, PREZIOSE TESSERE

 


Di Corrado Barbieri


 



Se non bastassero le tante caratteristiche peculiari del jazz, ce n’e’ una che e’ assolutamente unica e che costituisce motivo di appagamento e attrazione, la sorpresa. Il jazz sorprende. Per la continua creazione che implica per definirsi tale, per l ‘alternarsi delle formule armoniche e melodiche, per l’interscambio delle formazioni, per la provenienza stilistica dei musicisti, e forse non finiremmo piu’...
Sorprendente questa registrazione, che viene dall’emisfero australe, che vede un sassofonista cileno, genio assolutamente ignorato dai media americani ( pensate che nonostante i trecento brani incisi, la presenza di una dettagliatissima biografia e una storia personale che nulla ha da invidiare a quella di un Bird, Wikipedia giudico’ “ insufficiente “ la documentazione fornita...! E ancora lo ignora. D’altronde un jazzista non a stelle e strisce evidentemente va ignorato secondo il loro metro...), suonare assieme a un trombonista italiano doc e a un pianista italo-cileno .Un trio inusitato, trombone, sax alto e piano in un brano classicissimo.
Alfredo Espinoza, detto ‘ Il Flaco ‘, nonostante fosse gi√† in stato di salute precaria, e’ sempre affascinante per il fraseggio personale, suo marchio inconfondibile. Duccio Castelli, amico e gia’ compagno del Flaco in altre band, duetta con lui stupendamente alla Vic Dickenson, mentre il validissimo Giovanni Cultrera fornisce da solo l’ indispensabile sezione ritmica.
Piccola, rara tessera nell’universo, si e’ detto sempre meravigliosamente sorprendente, del jazz, grazie alla rete apprezzabile da tutti su YouTube.

 

 


 
   
  scrivi a info@corradobarbieri.com